Skip to content

Un mese

novembre 8, 2015

Anche questa volta pochi commenti, solo un promemoria a uso e consumo di chi, leggendo i giornali, si fosse fatto l’idea che in un periodo senza lancio di missili da Gaza, i soldati israeliani, presi dalla noia dell’inattività, avessero deciso di ammazzare un po’ di palestinesi, cosi’, per non restare con le mani in mano, scegliendoli di preferenza tra la popolazione più giovane, tanto per togliere loro la speranza.

A Palestinian demonstrator raises a knife, during clashes with Israeli police, in Shuafat refugee camp in Jerusalem, Friday, Oct. 9, 2015. Recent days have seen a string of attacks by young Palestinians with no known links to armed groups who have targeted Israeli soldiers and civilians at random, complicating Israeli efforts to contain the violence, which has been linked to tensions over a sensitive Jerusalem holy site. (AP Photo/Mahmoud Illean)

(AP Photo/Mahmoud Illean)

E’ il resoconto di un mese, dal 1 ottobre al 2 novembre. Le “cause scatenanti”? Se avesse senso parlarne, ci si dovrebbe riferire solo alle parole di Abbas, il 30 settembre 2015, quando davanti all’Assemblea Onu dichiaro’ gli Accordi di Oslo finiti e “tutta la Palestina occupata”, facendo precedere l’annuncio dall’assicurazione che “ogni goccia di sangue versato a Gerusalemme sarà benedetta“. Il discorso all’Onu fu il 30 settembre;

il 1 ottobre: Una coppia, rabbi Heitam Henkin e sua moglie, Naama, 31 e 30 anni, sono uccisi da colpi di arma da fuoco vicino Nablus durante un attacco alla loro vettura. Stavano andando a casa, in macchina con loro c’erano i quattro figli di  9, 7, 4 anni e l’ultimo di 9 mesi. Hamas rivendico’ quasi subito l’attacco e la polizia israeliana smantello’ una cellula nei Territori.

henkin

3 ottobre: Gerusalemme, Porta dei Leoni. Due terroristi accoltellano rabbi Aharon Banita-Bennet, 24 anni, mentre si sta recando al Kotel per pregare. La moglie che lo accompagnava riceve una coltellata nel collo e supplica i passanti, con la lama ancora conficcata, di aiutarla. Gli arabi che sono presenti ridono e le sputano addosso. Lei e uno dei due figli che la accompagnano, un bambino di due anni, si salvano dalle gravi ferite. Rabbi Banita-Bennet muore e con lui rabbi Nehemia Lavi, padre di sette figli, che era accorso in loro aiuto. La polizia uccide il terrorista.

bennet

4 ottobre: Moshe Malka, 15 anni, è accoltellato a Gerusalemme mentre sta andando al Kotel a pregare. La polizia spara al terrorista. Moshe si salva per miracolo.

7 ottobre: Attacco al coltello davanti a un supermercato, a Petah Tikvah. Un uomo resta ferito. Arrestato il terrorista.

Gerusalemme, Porta dei Leoni: una terrorista di 18 anni accoltella un uomo di 36 che rimane ferito. Arrestata la terrorista.

Kiryat Gat: Un terrorista accoltella un soldato e gli sottrae la pistola. Corre a nascondersi in un appartamento e si imbatte in una donna che stava rientrando a casa. La donna si difende e riesce a fuggire. Il terrorista è ucciso dalla polizia.

Police officers enter a residential building in Kiryat Gat in search for terrorist - Oct 7, 2015

Police officers enter a residential building in Kiryat Gat in search for terrorist – Oct 7, 2015

 

8 ottobre: Tel Aviv, accoltellata una soldatessa ed altre tre persone. Ucciso il terrorista.

Gerusalemme: Uno studente di 25 anni è gravemente ferito in un attacco al coltello, nei pressi del tram di superficie. Il terrorista, 19 anni, è arrestato.

Kiryat Arba: Gravemente accoltellato un uomo. Il terrorista riesce a fuggire.

Afula: Un soldato accoltellato; il terrorista arrestato.

Scene of terror attack in Jerusalem near Jerusalem light rail - Oct 8, 2015

Scene of terror attack in Jerusalem near Jerusalem light rail – Oct 8, 2015

 

9 ottobre: Gerusalemme, via Shmuel HaNavi, un ragazzo di sedici anni è picchiato e accoltellato. Il terrorista, 18 anni, di Hevron, è arrestato.

Kiryat Arba: un poliziotto è accoltellato, il terrorista tenta di rubargli l’arma ma il poliziotto riesce a sparare ed a ucciderlo.

10 ottobre: Gerusalemme, mattina di Shabbat, un terrorista di 16 anni accoltella due uomini di 60, vicino alla Porta di Damasco. Il terrorista attacca poi la polizia di frontiera, che lo uccide.

Gerusalemme, Porta di Damasco, un terrorista di 19 anni, di Shuafat, accoltella due ufficiali di polizia. La polizia lo neutralizza.

11 ottobre: Superstrada Ma’ale Adumim-Gerusalemme; un ufficiale di polizia ferito mentre si apprestava a fermare una donna sospetta che viaggiava in auto, Israa Jaabis, 31 anni. A bordo aveva esplosivo. Al grido di  “Allah Akbar” la donna ha fatto detonare la bomba. Ferita la terrorista che ha riportato numerose ustioni nello scoppio.

Female terrorist detonates explosive device near checkpoint between Ma'aleh Adumim and Jerusalem - Oct 11, 2015

Female terrorist detonates explosive device near checkpoint between Ma’aleh Adumim and Jerusalem – Oct 11, 2015

12 ottobre: Gerusalemme, attacco al coltello alla Porta dei Leoni. Il terrorista, 18 anni, è ucciso dalla polizia.

Gerusalemme, Ammunition Hill, un poliziotto di frontiera accoltellato da una terrorista di sedici anni. Il poliziotto le spara e la ferisce.

Gerusalemme, Pisgat Ze’ev, due terroristi di 13 e 14 anni feriscono gravemente un uomo e un ragazzo di 13 anni. Il terrorista di 14 è ucciso, quello di 13,  Ahmed Manasrah, resta ferito e sarà usato da Abu Mazen il quale, nel tentativo di aumentare la tensione, sparge la voce che il ragazzo è stato ucciso “a sangue freddo” mentre invece è vivo e curato in un ospedale israeliano, insieme alle sue vittime.

Gerusalemme: all’entrata della città un terrorista accoltella un soldato che viaggiava con lui su un autobus e tenta di sottrargli l’arma. La polizia gli spara.

13 ottobre: Ra’anana, due attacchi al coltello a distanza di un’ora l’uno dall’altro. Il primo a una stazione degli autobus, in centro città. Un uomo ferito; il terrorista è catturato dalle persone presenti e consegnato alla polizia. Nel secondo attacco quattro persone restano ferite, una in modo grave. Il terrorista è arrestato.

Gerusalemme: due terroristi, entrambi residenti del quartiere di Jabel Mukaber adiacente, salgono su un autobus Egged a East Talpiot, a Gerusalemme sud, uno armato di una pistola e l’altro con un coltello. Chaim Haviv, 78, e Alon Govberg, 51, sono uccisi, e 15 persone ferite, alcune gravemente. Uno dei  terroristi è ucciso dalla polizia, il secondo arrestato. Richard Lakin, 76, una delle vittime ferite, colpito alla testa e pugnalato al petto, ha ceduto alle sue ferite il 27 ottobre.

Gerusalemme: quartiere Makor Baruch: Rabbi Yeshayahu Krishevsky, 59 anni, di Gerusalemme è ucciso e cinque persone ferite. Il terrorista, arrestato, residente del quartiere Jabel Mukaber e in possesso della cittadinanza israeliana, era un dipendente della compagnia telefonica israeliana Bezeq. Ha usato una vettura aziendale per commettere l’attacco. Dopo essersi scagliato con l’auto sulle sue vittime che attendevano l’autobus a una fermata, è uscito di macchina e li ha massacrati a colpi di mannaia da macellaio.

Scene of car-ramming and stabbing attack at bus stop on Malkhei Yisrael Street in Jerusalem

Scene of car-ramming and stabbing attack at bus stop on Malkhei Yisrael Street in Jerusalem

Hamas ha elogiato gli attacchi, dicendo che erano un messaggio a chiunque danneggia i nostri luoghi santi.”

14 ottobre: Gerusalemme: Attacco sventato dalla polizia di frontiera. Gli ufficiali che si sono imbarcati su un autobus pieno di passeggeri hanno scoperto un coltello nascosto sotto un sedile. Il proprietario del coltello era salito a bordo del bus con un bambino in braccio per dissipare sospetti.

Gerusalemme, Porta di Damasco: un terrorista (19 anni) di Hebron ferisce due persone prima di essere ucciso dalle forze di sicurezza.

Gerusalemme: una donna (72 anni) accoltellata mentre è in attesa di un autobus, alla stazione centrale. Il terrorista è ucciso.

16 ottobre: Nablus: la tomba di Giuseppe data alle fiamme nella notte.

Gerusalemme: Un poliziotto di frontiera sventa un attacco terroristico dopo aver rinvenuto un ordigno esplosivo a un checkpoint a est di Gerusalemme, in zona Issawiya, nei pressi dell’Università Ebraica sul Monte Scopus.

Hebron: vicino Kiryat Arba, un terrorista travestito da fotoreporter pugnala e ferisce un soldato. Un secondo soldato spara e lo uccide.

Palestinians set fire to Joseph's tomb in Nablus, Oct 16, 2015

Palestinians set fire to Joseph’s tomb in Nablus, Oct 16, 2015

17 ottobre: Gerusalemme quartiere Armon Hanatziv, un terrorista (16 anni, di Jabel Mukaber) cerca di accoltellare agenti della polizia di frontiera; uno degli agenti spara e lo uccide.

Hebron: Tre diversi attacchi: un terrorista tenta di accoltellare una persona di ritorno dalle preghiere del mattino; la persona spara e lo uccide. Una terrorista, 16 anni, accoltella una poliziotta della polizia di frontiera, che  spara e la uccide. Un terrorista, 18 anni, di Hebron, accoltella un soldato dell’IDF a un posto di blocco. Un altro soldato spara e lo ferisce gravemente.

Kalandiya checkpoint a nord di Gerusalemme, un terrorista tenta di accoltellare un poliziotto. Dopo essere stato ferito dalla polizia tenta di  accoltellare un agente degli artificieri. Un altro ufficiale  spara e lo uccide.

Knife used in terror attack in Jerusalem, Oct 17, 2015

Knife used in terror attack in Jerusalem, Oct 17, 2015

18 ottobre, Be’er Sheva. Un soldato, Sgt. Omri Levy, 19 anni è ucciso e 10 tra civili e agenti di polizia sono feriti quando un terrorista armato con un coltello e una pistola  entra nella stazione centrale degli autobus, spara al soldato, gli prende la   pistola e  inizia a sparare sui presenti. Gli agenti di polizia uccidono il terrorista, un arabo israeliano di 21 anni, di Hura. Un richiedente asilo eritreo, Habtom Zerhom, 29 anni, è scambiato per un secondo terrorista e ucciso da una guardia di sicurezza. Uno degli episodi più tristi che rende l’idea della pressione alla quale cittadini e polizia sono sottoposti.

Scene of terror attack in Beersheba Central Bus Station, 18 Oct 2015

Scene of terror attack in Beersheba Central Bus Station, 18 Oct 2015

20 ottobre: A sud di Hebron, raccordo di Al Fawar, Avraham Hasno,  54 anni, di Kiryat Arba, è travolto e ucciso da un camion, dopo che era sceso dalla sua auto tempestata da colpi di pietra. In precedenza, un ufficiale dell’IDF era stato ferito in un attacco al coltello, a Hebron.

Gush Etzion, al bivio: Due feriti da un terrorista che a bordo di un’auto li ha prima speronati e poi ha tirato fuori un coltello per finirli. Il terrorista è ucciso.

Car-ramming attack at Gush Etzion junction (Oct 20, 2015)

Car-ramming attack at Gush Etzion junction (Oct 20, 2015)

21 ottobre: Yitzhar, un attacco sventato quando le forze di sicurezza hanno notato una donna di 15 anni che si avvicinava al cancello armata di coltello. La donna è stata arrestata.

Ofra (a nord di Gerusalemme): Un poliziotto israeliano ferito in un attacco: un terrorista si è schiantato in un posto di blocco, ignorando gli avvertimenti della polizia di fermarsi. Il conducente è fuggito.

Adam svincolo (a nord di Gerusalemme): una soldatessa gravemente ferita in un attacco al coltello. Il terrorista è ucciso dalle forze dell’IDF.

Maale Adumim (est di Gerusalemme): attacco sventato quando le forze di sicurezza hanno trovato ordigni esplosivi fatti in casa in una macchina. Due palestinesi arrestati.

Beit Ummar (a nord di Hebron): Cinque soldati feriti; dopo che il loro veicolo è stato colpito da pietre, i soldati sono scesi per arrestare chi le stava lanciando e sono stati attaccati da una macchina. Il conducente è stato colpito e ferito gravemente.

22 ottobre: Bet Shemesh, uno studente di 18 anni è  ferito in un attacco al coltello, mentre aspetta l’autobus. Due terroristi di   21 anni, della zona di Hebron, armati di coltelli  cercano di salire a bordo di uno scuolabus pieno di bambini. Sono uccisi dalla polizia.

23 ottobre: Gush Etzion, un soldato dell’IDF ferito in un attacco al coltello. L’aggressore è ucciso.

Beit El (a nord di Gerusalemme): una coppia israeliana e i loro tre bambini sono feriti per una bomba incendiaria gettata dentro la loro auto.

Infant seat in car hit by firebomb

Infant seat in car hit by firebomb

24 ottobre: Gilboa, a nord di Jenin in Cisgiordania, un terrorista di 16 anni fingendosi venditore di dolci tenta di accoltellare una guardia di sicurezza ed è ucciso.

25 ottobre: Metzad, un uomo di 58 anni è ferito da un attacco al coltello dopo che era sceso dalla sua macchina, fatta oggetto di lanci di pietre. 

Hebron: una terrorista di 17 anni  tenta di accoltellare un  poliziotto di frontiera. E’ colpita e morirà per le ferite.

Ariel:  un uomo di 25 anni in attesa di un passaggio è stato accoltellato da terrorista datosi poi alla fuga e successivamente arrestato.

Car windshield hit by rocks near Metzad, Gush Etzion

Car windshield hit by rocks near Metzad, Gush Etzion

26 ottobre: Hebron, un soldato accoltellato e gravemente ferito a nord di Hebron. L’aggressore è ucciso. Un secondo tentativo di accoltellamento di un soldato fuori della Grotta dei Patriarchi a Hebronè  sventato

27 ottobre: Gush Etzion, un soldato ferito in un attacco al coltello.
Gerusalemme: Attacco sventato due terroristi di Gerusalemme est, armati di un’ascia e un coltello sono stati arrestati nel centro della città (Kikar Tzahal).

28 ottobre: Gush Etzion, una donna è accoltellata alla schiena, fuori del supermercato Rami Levy. L’aggressore è arrestato.
In precedenza, un terrorista che aveva tentato di accoltellare un soldato  vicino alla Tomba dei Patriarchi, a Hebron, è ucciso dalle forze di sicurezza.

29 ottobre: Hebron, un soldato pugnalato vicino alla Tomba dei Patriarchi. Più tardi,  un terrorista tenta di accoltellare un soldato israeliano nel quartiere di Beit Hadassah.
Nella serata, terroristi a bordo di un’auto tentano di schiacciare le persone che aspettano ad una fermata dell’autobus, vicino a Gerusalemme.

30 ottobre: Tapuach Junction,  due terroristiarrivati in moto e armati di coltelli, tentano di accoltellare gli agenti di polizia di frontiera. Uno morto, il secondo arrestato.

Gerusalemme (French Hill): una persona è ferita in un attacco al coltello, nei pressi della metropolitana di superficie.

31 ottobre: Gilboa, a nord di Jenin in Cisgiordania: un terrorista armato di coltello cerca di accoltellare le guardie ed è ucciso sul posto.
1 novembre: Hebron, tre poliziotti feriti in un attacco con un’auto
2 novembre: Netanya, un uomo di 71 anni, gravemente ferito in un attacco al coltello.
Rishon LeZion: Tre persone ferite, due gravemente tra cui una  donna di 80 anni,  in un attacco al coltello a una fermata dell’autobus nel centro della città. L’aggressore è stato arrestato.
That’s all folks! Shalom!
 Update: domenica 8 novembre, a Beitar Illit

Grazie a UNwatch

One Comment

Trackbacks & Pingbacks

  1. COME SI FABBRICA UN EROE | ilblogdibarbara

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: