Skip to content

La pace promossa dall’UNRWA? Quella eterna

agosto 24, 2015

L’Unrwa, come sappiamo, è quell’organismo incaricato, dal 1948, di assegnare lo status di rifugiato a tutti i discendenti di quei Palestinesi che lasciarono Israele durante la prima guerra di aggressione, sferrata contro lo Stato ebraico. Bastava aver risieduto due mesi in Eretz Israel per aver diritto ad uno status da lasciare in eredità ai propri figli e ai figli dei figli. Nel corso di sei decenni, gli Stati Uniti hanno contribuito con  più di 4 miliardi di dollari a l’UNRWA. Nel maggio 2009, il U.S. Government Accountability Office (GAO) pubblico’ un rapporto che includeva l’ammissione dell’UNRWA di non fare in modo da evitare che gli aiuti finissero a chi manteneva legami con Hamas, Hezbollah, o la Jihad islamica.

images

L’UNRWA maneggia una montagna di soldi, non solo nei Territori palestinesi e a Gaza, ma in tutti quei paesi arabi nei quali esistono campi “profughi”: Libano, Siria, Giordania. I profughi sono il suo “pane e burro”. L’UNRWA si occupa di salute e di educazione, gestendo 703 scuole. L’UNRWA è quell’organizzazione che si fa dettare da Hamas i testi dei libri destinati alle scuole; è quell’organizzazione Onu che nel 2009 obbedi’ agli ordini di Hamas e non introdusse la storia della Shoah nei programmi scolastici. UNRWA è quell’istituzione che per tre volte è stata sorpresa nascondere nelle proprie scuole missili di Hamas, mentre l’associazione terroristica attaccava Israele, nel 2014. E’ quell’organizzazione Onu che una volta “scoperti” i missili, li ha resi a Hamas. E che nonostante l’evidenza, ha dichiarato di DOVER continuare a condannare Israele. La letteratura in merito a questa organizzazione è infinita.

Per che cosa si è distinta ancora, aggiungendo nuovi, vergognosi capitoli ai molti già esistenti? Robetta:

Vignetta pubblicata dalla scuola UNRWA Rameh, Siria

Vignetta pubblicata dalla scuola UNRWA Rameh, Siria

La scuola Rameh, nel campo profughi di Jaramaneh, fuori Damasco, gestita dall’UNRWA, ha disseminato la sua pagina Facebook di vignette che incitano all’assassinio degli ebrei.

11954712_976675882370712_4520760647425132516_n

Non è una novità: sulla pagina della scuola si potevano già trovare lodi ad Hamas, per esempio

Didascalia: finalmente si apre a un accordo con Hamas!

Didascalia: finalmente si apre a un accordo con Hamas!

 

Anche un insegnate di una scuola UNRWA a Jenin aveva voluto dare ultimamente il suo contributo didattico. Nessun procedimento disciplinare è stato deciso contro di lui.

img610160

 

Anche se non è una novità, fa sempre impressione vedere un’agenzia Onu, una scuola, che diffonde questo tipo di  “pedagogia all’odio”, perché gli attacchi terroristici per mezzo di auto che piombano sulla folla, in Israele, sono una realtà che non si ferma a una vignetta. Nonostante le proteste e l’appello a Ban Ki Moon affinché prenda provvedimenti, la pagina della scuola ha continuato a mantenere le due “vignette”. A proposito di pace.

One Comment

Trackbacks & Pingbacks

  1. UNRWA: a scuola d’odio | Bugie dalle gambe lunghe

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: