Skip to content

Che lavoro fai? L’odiatore di Israele

febbraio 28, 2013

Ben White di professione fa l’odiatore di Israele, il propagatore di anti semitismo  e naturalmente è, con il The Guardian al blog del quale, “Comment is free”, collabora attivamente, un accanito sostenitore del boicottaggio.

 

 

E forse potrebbe aver trovato un nuovo ingaggio. White, sostenitore della soluzione dello Stato unico, e senza dubbio l’inglese preferito dal Guardian tra i sostenitori  del BDS – ha già romanzato in merito al massacro dei palestinesi ‘martiri’, quindi non è sorprendente che un suo commento pubblicato su Al Jazeera il 22 febbraio, dal titolo “A che somiglia un periodo di relativa calma nei Territori Occupati“, sia stato recentemente ri-pubblicato qui:

 

 

Si’ si’, ma pagina delle Brigate al Qassam, proprio loro!

Il pezzo mette in evidenza una “info-grafica” tesa a dimostrare il numero di attacchi a Gaza, dopo l’accordo di cessate il fuoco tra Hamas e Israele nel mese di novembre – dati che, per White, “mettono a nudo la realtà quotidiana dei palestinesi e lo squilibrio di potere tra l’occupante e gli occupati, popolo colonizzato che lotta per i propri diritti fondamentali. ”

Anche se non è chiaro se White fosse al corrente e avesse accettato di essere ri-postato da Al Qassam, la decisione presa da un propagandista funzionario di Hamas di utilizzare l’articolo per promuovere l’anti-sionismo post-coloniale dell’agit-prop, rappresenta un perfetto esempio di sinergia politica tra l’Inghilterra antisionista di sinistra e la destra reazionaria islamista (nota con il nome di Red-Green Alliance). Naturalmente, ad un movimento antisemita, misogino, omofobo e anti-democratico islamista come Hamas non frega niente di politica e di “squilibri di potere” o di ” basi dei diritti umani”, ma sono spesso disposti a impiegare cinicamente truppe che evocano i “valori occidentali” quando fa comodo ai loro scopi. Fortunatamente per Hamas, possono continuare a contare su un flusso costante di collaboratori come Ben White, putativamente “liberali”, su “Comment is Free”,  per mantenere questa assurda farsa  ideologica.

 

QUI

7 commenti
  1. Balestinese bbuono, sborgo ebbreo sionisda no bbuono.

  2. Hiya, I seriously wanted to comment your site. Several words:
    the amazing! Many thanks and am hope you are going to post a growing number of!

  3. magnificent points altogether, you simply received a new reader.
    What might you recommend about your submit that you simply made a few days ago?
    Any certain?

  4. What’s up mates, good article and nice arguments commented here, I am in fact enjoying by these.

  5. Hi, I do think this is a great web site. I stumbledupon
    it😉 I may return once again since i have book-marked it.

    Money and freedom is the greatest way to change, may you be rich and continue to help other people.

  6. You are so interesting! I don’t believe I’ve truly read something like that
    before. So good to find somebody with a few original thoughts on this issue.
    Seriously.. thanks for starting this up. This web site is
    something that is needed on the web, someone with
    some originality!

Trackbacks & Pingbacks

  1. Apartheid in Israele: se non fosse così penoso sarebbe persino comico | Focus On Israel

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: