Skip to content

Tuoni e fulmini!

luglio 13, 2012

Avete presente SOS Racisme? No? Ma si’! è quella associazione francese creata nel 1984 il cui scopo è  “la lotta contro il razzismo, l’antisemistismo e ogni forma di discriminazione in generale”. Quelli dello slogan in voga un po’ di anni fa: “Touche pas à mon pote”. Bene, quella. Patrick Klugman ne è vice presidente. Nella sua autobiografia su Wikipedia dice di sé: “Ospite ricorrente dei media”. Ed ha colpito ancora! E alla grande! Ha scoperto niente-di-meno-che una congiura di sinagoghe contro François Hollande! Che sinagoghe? Quella della banlieu parigina, di Francia e di Navarra.

E’ uno scoop che Klugman ha avuto la gentilezza di rivelare agli ascoltatori di Radio Comunità Ebraica (RCJ) per spiegare  fino a che punto tale comunità si fosse smarrita durante le ultime elezioni presidenziali, non essendo andata a votare di un sol blocco il candidato del Cambiamento e per mettere in guardia da futuri errori che potrebbero costare molto cari alla Comunità. “La comunità ebraica ha perso le elezioni? “Si è domandato, con un tono da arringa, l’eletto nelle liste del PS, prima di indicare il colpevole di questo fiasco, a paragone del quale la colpa del Vitello d’oro è solo un peccato veniale: “Nelle sinagoghe hanno pregato – implorato! – Il Divino per evitare la catastrofe annunciata, e a Créteil e altrove ci sono stati perfino sermoni ai fedeli per ricordare loro che il candidato per il quale votare non poteva essere socialista … “. Ed è ad una radio ebraica di tale portata che è andato a raccontarlo!

Va notato, il vice presidente di  SOS razzismo raramente ha messo piede in una sinagoga (se non in periodo elettorale) e ancor meno in quella di Créteil molto lontana dalla sua residenza parigina. Ma dire “Créteil”, connota subito e stigmatizza quela popolazione ebraica della banlieu verso la quale questo grande umanista di sinistra mostra quella distanza condiscendente che  richiama al disprezzo di classe. Per questo, lui che ha antenne dappertutto, si è sentito in grado di riferire alle autorità competenti che le preghiere ebraiche sono stati cantate nei templi del popolo  rinnegato, affinché l’ira del cielo si abbattesse sul candidato del Partito socialista. Esagero? Non troppo! Rileggete sopra: “E’ stato implorato il divino!” Quindi, sto esagerando? A meno che non mi manchi l’umorismo per prendere quello di Klugman come uno scherzo amichevole.

Va detto che l’attuale clima invita alla battuta. Ci si puo’ talmente divertire di questi tempi con gli ebrei, li si diffama un pochino, li si infastidisce così poco … Chi dovesse lamentarsi per un po’ troppe aggressioni nei treni, o perché li si uccide un po’ nelle scuole, sono semplicemente compagni scontrosi e cattivi. E poi, se ne parla talmente tanto degli ebrei oggi che al limite  la prosa razzista e antisinagogale dell’eletto parigino sarà senz’altro passata inosservata. E poi,  ciò che conta per lui è di essere al potere, essere nella corrente di quel partito che è dalla parte vincente e da quella dei cortigiani ossequiosi.

Ma perché  il Klugman ha detto questa corbelleria? Siatene consapevoli, gli ebrei avrebbero “implorato il loro Dio” di far perdere … Hollande!  Hanno “predicato ai fedeli” … “Pre-di-ca-to”! No, ma sul serio, si può immaginare la scena? “Moshe, non ho il potere di seguirti nella cabina elettorale. Ma sappi che il nostro Dio, terribile e geloso vede tutto. La legge d’Israele ti costringe a votare per CHI tu sai … “. Ma da dove l’ha presa questa scena grandiosa? A Edward Drumont, in una serie  Z idella Tv siriana …in uno scketch di Dieudonné?

No via, sono ingiusto, esagero. Torniamo seri. . Se una scena di questo genere si è effettivamente verificata, non è certo nelle sinagoghe, ma forse più nelle moschee della Hexagone. E non sarebbe nemmeno uno scoop. Lo scorso aprile, alla vigilia del primo turno, il settimanale “Marianne” è stato l’eco dell’appello per “chiedere di votare Holland” lanciato attraverso una rete di 700 moschee. Il predicatore Tariq Ramadan, molto influente negli ambienti islamici, ha fatto un appello simile … prima di negarlo, secondo la sua abitudine. “Non ho mai chiesto di votare Hollande, ho solo detto che avremmo dovuto battere Sarkozy”. Con tale formula, la danza del ventre fa ormai parte delle figure  di stile della manipolazione elettorale.

Ma Klugman, ha fatto i suoi conti. E sa che è meglio colpire la piccola comunità ebraica che far perdere tempo al PS  con queste  storie di islamisti che non valgono la pena. Dopo un inutile tentativo di posizionarsi come il Sig. Incaricato alle questioni ebraiche del PS (ma anche a Solferino, hanno subito capito che sembrava un Amish arrivato a Kabul), il presidente del “socialismo e l’ebraismo” (ancora una volta un guscio vuoto) ha gracidato come un bel diavolo nei corridoi dell’Hotel de Ville a Parigi, per farsi nominare “vice-sindaco per i diritti umani, all’integrazione e agli stranieri non UE “. Valeva bene la pena di lanciare qualche perfidia su questi ebrei da sinagoga  … Ci ha creduto talmente che è andato dappertutto ad annunciare che era fatta. Accidenti!  La posta gli  è ancora sfuggita. Il suo santo patrono Delanoe ha preferito Claudine Bouygues. Eh si’, le vie Divine sono a volte provvidenziali!

Albert Bertold

Trovato QUI

3 commenti
  1. Tropikla permalink

    Ma da quando in qua nelle sinagoghe ci stanno i “predicatori”?
    E se gli arabi sono LIBERI di votare la palla rossa, Edam, il formaggio di Hollande, perché questo anatema contro chi avrebbe (al condizionale) votato un altro candidato? Ma la democrazia è quando si vota per LORO o quando si vota chi ci pare?
    Comunque i “consigliori” socialos sono una massa di rinnegati, self hate e possibilmente senili. Nel senso che, se non critichi ebraismo e Israele, non sei un ebreo potabile.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: